E poi, quale periodo migliore per capitare a New York se non in procinto della Design Week che si terrà dal 9 al 20 maggio e del Met Gala, uno degli eventi dedicati alla moda più importanti dell’anno per la città, celebrato al Metropolitan Meuseum of Art, che in collaborazione con Vogue ogni anno realizza una esclusiva mostra dedicata a moda e arte a cui partecipano celebrities, icone e firme del fashion system?!

In occasione del Met Ball, le strade della city si sono trasformate in passerelle urbane che hanno visto sfilare modelle con abiti da fiaba. Il dress code dell’evento era infatti il white tie, massima espressione di eleganza per l’uomo, e il ball gawn per la donna, ovvero l’abito scultoreo stile Bella addormentata nel bosco. Il Gala quest’anno ha inteso omaggiare Charles James, famoso costumista e designer britannico adottatto dagli States e celebre proprio ber i suoi ball gaw. Due giorni fa dunque, è stata inaugurata la mostra “Charles James, Beyond fashion”, in occasione della quale 75 creazioni del cuturier saranno esposte al Met fino al 10 Agosto. Contestualmente, è stata inaugurato ufficialmente il nuovo Anna Wintour Costume center, la rinnovata ala del museo dedicata alla popolare Direttrice di Vogue America.
Sul red carpet hanno sfilato alcuni abiti bellissimi, un mix di sensualità e geometria davvero eccezionale, ma alcune star si sono fatte suggestionare troppo dal contesto artistico…troppo! Il risultato è stato, per alcune, un outfit eccessivamente ridondante. Accessori, aihmé, pochi, per lo più clutch rigide, pochette con inserti gioiello e collier e orecchini punto luce. Qui qualche esempio.