thailandtourchiangmaitemplemain

Tour del nord, giorno 5: Chiang Mai città

Chiang Mai, la “Rosa del Nord"... La "Milano" thailandese. A differenza del mio gruppo, il mio solito, splendido, agente di viaggio (scrivete per averne i riferimenti) ha previsto per me un volo di ritorno nel tardo pomeriggio, in modo da concedermi un ulteriore giorno di visita e riposo a Chiang Mai città. Una piccola, doverosa, precisazione rispetto al titolo di questi articoli: il tour qui proposto si snoda in 8 giorni effettivi e 2 di viaggio, incredibilmente intensi; per chi avesse più tempo, può essere utile dilungare i tempi o fare ulteriori soste, se non addirittura passare in Birmania (per una visita alle cento pagode d'oro) o riposarsi in una delle splendide località di mare. I miei tempi stringati di ferie non me lo consentono, ma posso comunque svegliarmi presto come i giorni precedenti e godermi un po' di relax e l'alba thailandese nel mio meraviglioso albergo, tra piscina e palestra (finalmente c'é davvero, con annessa SPA 24h).

thailandtournorthchiangmaipool

Verso le 9 del mattino, prendendomela comoda, esco dal mio centralissimo albergo per esplorare il quadrilatero del centro storico della città, delimitato dal fiume Ping e dall'antica porta Phae Gate.

Proprio nei suoi dintorni si snoda il mercato di  Kad Luang, il più suggestivo e variegato della città e della regione, una vera perla per tutta la Thailandia e per i procacciatori di affari handmade di qualità (anche se, personalmente, ho preferito il night bazaar in puro Camden Lock Style).

thailandtournorthchiangmaimarket

La popolazione é tranquilla e discreta, meno caotica di quella della metropoli Bangkok, seppur qui sia molto più diffusa la conoscenza della lingua inglese (e sono ben disposti a dare informazioni, perdendoci anche un sacco di tempo). Comunque, è probabile che con una cartina alla mano non vi sia necessario chiedere nulla: la forma quadrata e relativamente ridotta del centro, delimitato dalle mura storiche, rendono la visita molto agevole a piedi, in poco tempo.

Da non perdere una visita alla piazza principale con la famosa statua dei tre re

thailandtourchiangmaitrheekings

e al complesso di templi sacri dislocati in più parti della città, ma poco distanti tra loro. Attenzione, sono rigidissimi sull'abbigliamento: coperti fino ai polsi e alle ginocchia, se sono le caviglie ancora meglio.

thailandtournorthchiangmaitemple1

thailandtournorthchiangmailibrary

thailandtournorthchiangmaitemplefontain

thailandtournorthchiangmaitemple3

Altre imperdibili attrazioni riguardano il cibo e, sopratutto, i centri benessere: una vera istituzione a Chang Mai. Anche il più rozzo bugigattolo è pulito, confortevole, ha il wi-fi e mani esperte e oneste a prendersi cura di voi. Rilassatevi pure chiudendo gli occhi, dunque, lasciando vestiti e oggetti personali al vostro lato mentre vi fate massaggiare dalle piccolette e forzutissime thailandesi: nella mia esperienza, la disonestà non sfiora neanche il loro pensiero. E ci guadagnerete, come ho fatto io, un salvifico massaggio Thai di un'ora intera a 150 bath (all'epoca neanche 4 euro!).

Grazia